Esplora contenuti correlati

 

Elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale

Tutte le info sulla consultazione del 3/4 ottobre 2021. COME SI VOTA

 

 

Con Decreto del Ministro dell'Interno in data 3/08/2021 (cui è seguito il decreto di convocazione dei comizi a firma del prefetto), è fissata per domenica 3 ottobre e lunedì 4 ottobre 2021, l'elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale.

Come noto, la consultazione si svolgerà nella giornata di domenica 3 ottobre, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, e di lunedì 4 ottobre dalle ore 7.00 alle ore 15.00.
Ogni elettore, munito di un documento di riconoscimento e della propria tessera elettorale (rilasciata dal comune di Rionero in Vulture), potrà recarsi al proprio seggio per votare.
Si ricorda che gli uffici elettorali saranno aperti per il ritiro della tessera elettorale o per il rilascio del relativo duplicato (in caso di smarrimento, furto o esaurimento degli spazi), esclusivamente nei due giorni antecedenti le consultazioni e nel giorno medesimo di voto; a tal proposito, per evitare code, si invita a verificare per tempo il possesso della propria tessera elettorale (rilasciata dal Comune di Rionero in Vulture) e la presenza, sulla medesima, di almeno uno spazio disponibile per il voto.

Si ricorda inoltre che i cittadini di un altro Paese membro dell’Unione europea, residenti i Italia hanno diritto di votare nel Comune di residenza e possono candidarsi alla carica di consigliere comunale.
Possono altresì svolgere le funzioni di assessore, ma non possono candidarsi a Sindaco o e Vice Sindaco, poiché questi ultimi rivestono la carica di ufficiali di governo. 
Lo stesso diritto spetta ai dipendenti delle ambasciate o dei consolati, anche se non iscritti nell’anagrafe della popolazione residente, che possono candidarsi e/o votare nel comune ove svolgono il servizio.  Per poter beneficiare del diritto di elettorato attivo e passivo è necessario chiedere l’iscrizione in apposite liste elettorali aggiunte.

COME SI VOTA

Nei Comuni fino a 15.000 abitanti si vota con una sola scheda per eleggere sia il Sindaco che i Consiglieri Comunali.
Ciascun candidato alla carica di Sindaco sarà affiancato dalla lista elettorale che lo appoggia, composta dai candidati alla carica di Consigliere.
Sulla scheda è già stampato il nome del candidato Sindaco, con accanto a ciascun candidato il contrassegno della lista che lo appoggia.

Il voto per il Sindaco e quello per il Consiglio sono uniti: votare per un candidato Sindaco significa dare una preferenza alla lista che lo appoggia.

Viene eletto Sindaco, il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

In caso di parità di voti tra due candidati si tornerà a votare (ballottaggio) per questi ultimi la seconda domenica successiva.
Anche in questo caso risulterà eletto chi dei due avrà ottenuto più voti. In caso di ulteriore parità viene dichiarato eletto il più anziano.

Una volta eletto il Sindaco viene anche definito il Consiglio: alla lista che appoggia il Sindaco eletto andranno i 2/3 dei seggi disponibili, mentre i restanti seggi saranno distribuiti proporzionalmente tra le altre liste.

E' inoltre possibile esprimere due preferenze per i candidati a consigliere comunale, scrivendone il cognome nelle apposite righe tratteggiate poste al di sotto del contrassegno di lista. In caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza.

Sito del Ministero dell'Interno